Giulio Mozzi

Giulio MozziGiulio Mozzi è nato nel 1960. Abita a Padova.

Negli anni Ottanta ha lavorato nell’ufficio stampa della Confartigianato del Veneto. Negli anni Novanta ha lavorato presso la Libreria Internazionale Cortina. Dal 1997 lavora come consulente editoriale e insegnante di scrittura e narrazione.

Come consulente editoriale ha lavorato per le Edizioni Theoria (1996-1999), per Sironi Editore (2001-2008), per Einaudi Stile libero (2008-2014), per Marsilio Editori (2014-2019). Attualmente cura una collana di narrativa non convenzionale, fremen, presso Laurana Editore.

Nel 2011 ha fondato a Milano la Bottega di narrazione, il cui corpo docente comprende Emanuela Canepa, Massimo Cassani, Gabriele Dadati, Valentina Durante, Claudia Grendene, Fiammetta Palpati, Simone Salomoni, Giorgia Tribuiani, Giovanni Zucca.

È socio della casa editrice Zolfo.

Raccolte di racconti, prime edizioni

1993, Questo è il giardino, Theoria
1996, La felicità terrena, Einaudi
1998, Il male naturale, Mondadori
1999, Fantasmi e fughe, Einaudi
2001, Fiction, Einaudi
2009, Sono l’ultimo a scendere e altre storie credibili, Mondadori
2014, Favole del morire, Laurana, con un saggio di Lorenzo Marchese
2020, Un mucchio di bugie. Racconti scelti 1993-2017, Laurana, con un saggio di Gilda Policastro

Raccolte di racconti, successive edizioni

1998, Questo è il giardino, Mondadori, edizione riveduta
2005, Questo è il giardino, Sironi, identica alla precedente.
2011, Il male naturale, Laurana, edizione pressoché identica alla prima, con un’appendice e un saggio di Demetrio Paolin
2012, La felicità terrena, Laurana, edizione con due racconti in più e uno in meno, più un’appendice
2013, Sono l’ultimo a scendere (e altre storie credibili), Laurana edizione aumentata e con antologia della critica
2017, Fiction 2.0, Laurana, edizione profondamente riveduta, con aggiunte e sottrazioni, del libro Fiction del 2001

Racolte in versi, prime edizioni

2000, Il culto dei morti nell’Italia contemporanea, Einaudi
2014, Dall’archivio, Aragno
2019, Estremi amori, postume querele, ‘round midnight (sotto il nome di Mariella Prestante)
2020, Il mondo vivente, Lietocolle/Pordenonelegge

Raccolte in versi, successive edizioni

2018, Il culto dei morti nell’Italia contemporanea, Aragno, con un saggio di Giovanna Frene

Saggi e manuali sulla scrittura

1996, Parole private dette in pubblico, Theoria
1996-97, Ricettario di scrittura creativa, con Stefano Brugnolo, Theoria
2000, Lezioni di scrittura, Fernandel
2001, Parole private dette in pubblico, Fernandel, edizione aumentata
2000, Ricettario di scrittura creativa, con Stefano Brugnolo, Zanichelli, edizione riveduta e aumentata
2009, (non) un corso di scrittura e narrazione, Terre di Mezzo
2014, L’officina della parola, con Stefano Brugnolo, Sironi
2019, Oracolo manuale per scrittrici e crittori, Sonzogno
2020, Oracolo manuale per poete e poeti, con Laura Pugno, Sonzogno

Opere varie

1997, Coda. Undici “under 25” nati dopo il 1970, con Silvia Ballestra, Transeuropa
1997, Quello che ho da dirvi. Autoritratto delle ragazze e dei ragazzi italiani, con Giuseppe Caliceti, Einaudi Stile libero
2002, È da tanto che volevo dirti. I genitori italiani scrivono ai loro figli, con Giuseppe Caliceti, Einaudi Stile libero
2009, Corpo morto e corpo vivo. Eluana Englaro e Silvio Berlusconi, Transeuropa, con un intervento di Demetrio Paolin
2011, 10 buoni motivi per essere cattolici, con Valter Binaghi, Laurana, prefazione di Tullio Avoledo

Traduzioni

1998, Le bonheur terrestre, Hachette, traduzione di Alain Sarrabayrouse
2014, This is the garden, Open Letter, traduzione di Elizabeth Harris